Benvenuti nell’era 4.0, in cui il digitale fa ormai parte delle nostre vite quotidiane e l’Internet Of Things sta diventando un fattore chiave per le aziende, che con queste tecnologie potrebbero raggiungere obiettivi ambiziosi, oppure pagarne le conseguenze.
Questo articolo è una semplice guida per scoprire che cos’è una piattaforma IoT, i suoi vantaggi, e quale potrebbe essere quella adatta per la tua azienda.

 

Che cos’è una piattaforma IoT? 

Una piattaforma IoT è un software che migliora l’interazione ed aumenta il valore potenziale di uno dei seguenti componenti:

Hardware (sensori e dispositivi)
Connettività
Servizi software (Sistemi in cloud, sistemi di data analytics, dashboards)
Applicazioni (Singoli software che sfruttano la piattaforma per generare del valore)
Sicurezza

Differenze tra piattaforme IoT

Cosa cambia tra le varie piattaforme? Le differenze potrebbero essere davvero tante, ma in generale possono ricondure a:

Piattaforme per la connettività
Sono piattaforme che mirano a fornire la struttura per la connessione dei vari dispositivi, alcuni esempi sono Sigfox, Hologram.io, LoraWAN, Cisco Jasper.

Piattaforme Cloud
Mirano a fornire le infrastrutture per l’immagazzinamento e il mantenimento dei dati raccolti, alcune forniscono anche funzionalità specifiche per lo sviluppo di grafici e applicazioni. Alcuni esempi sono Amazon Web Services, e Google Cloud IoT Core.

Piattaforme specifiche per l’analisi dati 
Alcune piattaforme forniscono esclusivamente moduli per l’analisi dati con la modalità ‘Analytics as a service’. Possono essere completamente personalizzate, utilizzare tecniche di machine learning, e fornire l’accesso ad applicazione terze. Alcuni esempi sono: Tableau, Qlik, Accenture Insights Platform.

Piattaforme end to end
Sono piattaforme che forniscono tutti i servizi delle piattaforme precedenti su base proprietaria, spesso capaci di fornire funzionalità extra. Solitamente forniscono strumenti per developer, dashboard e gestione di ruoli e servizi per utenti.

Le piattaforme end to end si adattano bene per tutte le aziende che non hanno budget, risorse, o competenze per potersi realizzare la propria piattaforma IoT. Sono sempre più diffuse grazie alla loro semplicità e i tempi di messa in atto ridotti rispetto ad altri tipi di piattaforma.

Come scegliere una piattaforma IoT? 

 Secondo IoT Analytics i principali criteri da valutare prima dell’acquisto di una piattaforma sono:

I criteri da considerare per l'acquisto di una piattaforma IoT sono: sicurezza, scalabilità, e usabilità
 
  • La sicurezza end to end. Ovvero in ogni fase del processo la raccolta e l’analisi del dato devono garantire sicurezza, ogni device ed ogni utente deve essere autenticato e comunicare in maniera sicura.
  • La scalabilità. La piattaforma dovrà garantire il corretto funzionamento con un numero elevato di dispositivi, e rendere facile il processo per l’aggiunta di nuovi.
  • L’usabilità. Le interfacce per l’utilizzo dovranno essere user friendly.

Best practice
Dopo aver selezionato alcune piattaforme, molte aziende  realizzano i cosiddetti Proof Of Concept (PoC) per testare le perfomance e le funzionalità della piattaforma (strumenti e servizi, usabilità, sicurezza, facilità di integrazioni).
Un punto cardine dei PoC sono i dati, i test del PoC dovrebbero essere fatti con dati reali, che rappresentino le condizioni di funzionamento di quando verrà utilizzato il sistema in produzione.

 

Recommended Posts